ARTÍCULOS

Qual è la prognosi per l'epatite C?

Qual è la prognosi per l’epatite C?

L’epatite C è un’infezione virale del fegato. Quando una persona ha il virus dell’epatite C (HCV) per diversi anni, il loro fegato può infiammarsi. Tuttavia, una persona può vivere per anni senza nemmeno sapere di avere HCV. Una volta che i sintomi iniziano a mostrare, la persona di solito ha già un danno epatico, che può influire sul trattamento e sulla prognosi.

Esistono due tipi principali di HCV: acuto e cronico. Circa il 75-85% dei casi acuti diventa cronico. Il sistema immunitario cancella la maggior parte degli altri casi.

Esistono anche diversi genotipi o variazioni del virus. Questi ceppi del virus si sono evoluti nel corso di molti anni.

Una persona di solito scoprirà di avere HCV dopo un esame del sangue o perché i sintomi di danno al fegato hanno iniziato a comparire. I sintomi del danno epatico tendono ad apparire quando una persona ha avuto HCV cronico per molti anni.

L’HCV cronico ha bisogno di un trattamento per prevenire danni al fegato e altre complicazioni. Il danno epatico e le cicatrici possono avere un impatto sulla prognosi generale e sull’aspettativa di vita di una persona.

Continua a leggere per saperne di più sulla prognosi di diverse forme di HCV, nonché la probabile aspettativa di vita di una persona.

HCV acuto

Per alcune persone il cui sistema immunitario può cancellarlo, l’HCV acuto è un’infezione virale di breve durata. Le sezioni seguenti coprono i possibili sintomi e le prospettive dell’HCV acuto.

Sintomi

HCV acuto di solito non produce sintomi. Se si verificano sintomi nell’HCV acuto, tuttavia, possono includere:

  • Dolore addominale
  • Perdita di appetito
  • URINA DARK
  • Ittadrio, o ingiallimento della pelle e degli occhi
  • Movimenti intestinali color argilla
  • Nausea
  • vomito
  • Dolore articolare

Il trattamento

Le persone con HCV acuto potrebbero non richiedere alcun trattamento diretto. Tuttavia, circa il 75-85% delle persone con un’infezione da HCV acuta può eventualmente sviluppare un’infezione da HCV cronica.

Outlook

Se un medico è in grado di rilevare e diagnosticare l’infezione acuta HCV precoce , potranno monitorarlo. A meno che non si sviluppi in HCV cronico, c’è pochissimo rischio di morte per HCV acuto.

Detto questo, l’HCV acuto si svilupperà in HCV cronico se il corpo non cancella spontaneamente il virus entro 6 mesi dall’infezione.

HCV cronico senza danno epatico

Per le persone con HCV che ricevono una diagnosi prima che si verifichino danni al fegato o cicatrici, la prognosi tenderà ad essere migliore che per le persone che ricevono una diagnosi Dopo che si sono già verificati cicatrici o danni al fegato.

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) suggeriscono che le persone sottoposti a test per l’HCV, specialmente se sono nate tra il 1945 e il 1965, hanno usato farmaci iniettabili o hanno altri potenziali fattori di rischio.

Il rilevamento e la diagnosi precoce dell’infezione può consentire alla persona di trattarla prima che possano verificarsi danni al fegato o cicatrici.

Sintomi

La maggior parte delle persone con HCV cronico non mostrerà sintomi fino a decenni dopo l’infezione, a meno che non si sviluppino altre complicazioni.

Alcune potenziali complicanze dell’HCV cronico includono:

  • Danno epatico
  • Cirrosi o cicatrici permanenti del fegato
  • Cancro epatico
  • Insufficienza epatica

Il trattamento

varierà in base al genotipo del virus e alla presenza di qualsiasi altra condizione di salute che una persona ha. I trattamenti migliorano continuamente, consentendo a una persona di vivere una vita attiva e normale con HCV.

Dopo il trattamento, il medico di una persona spesso controllerà di nuovo per il carico virale, o la quantità di virus, in il loro sangue. Il trattamento di solito libera completamente il corpo del virus.

In altri casi, una persona potrebbe aver bisogno di cambiare i loro farmaci per trattare meglio il virus.

Negli Stati Uniti, trattamenti tipici per L’HCV includeva l’interferone, che è un’iniezione, e ribavirina, che è un farmaco orale. Tuttavia, i nuovi farmaci chiamati antivirali ad azione diretta (DAA) stanno iniziando a rendere il processo di trattamento più breve e più efficace.

Alcuni DAA possono colpire specifici genotipi di HCV. I trattamenti mirati possono aiutare a migliorare il risultato per alcune persone.

Outlook

La prognosi dell’HCV cronico è in genere molto buona e man mano che il trattamento continua a migliorare, migliorerà. La maggior parte delle persone con HCV cronico può vivere una vita normale, a condizione che i medici siano in grado di diagnosticare prima di eventuali danni al fegato o altre complicazioni. Il CDC, circa il 10-20% delle persone con HCV non trattato cronico, svilupperà alla fine la cirrosi. La cirrosi è una condizione in cui si verificano cicatrici sul fegato.

Sintomi

La cirrosi può causare sintomi come:

  • Confezione e sanguinamento facilmente
  • gonfiore alle gambe, alle caviglie o ai piedi
  • Confusione
  • Difficoltà a pensare
  • Perdita di memoria
  • Cambiamenti della personalità
  • Disturbi del sonno
  • ascite o gonfiore da un accumulo di fluido nell’addome
  • grave prurito
  • urina scura
  • Ittadrio

Trattamento

Il trattamento per cicatrici o danni viventi tende a coinvolgere sia il virus che il fegato. Per le persone con cirrosi in fase finale dovuta all’HCV cronico, la migliore opzione di trattamento è un trapianto di fegato.

Un trapianto di fegato può correggere sia il danno epatico che il cancro al fegato. Tuttavia, sono disponibili solo un piccolo numero di trapianti di fegato.

Outlook

La cirrosi può svilupparsi più velocemente in alcuni gruppi di persone. I seguenti fattori possono aumentare la velocità con cui la cirrosi avanza:

  • Sesso (i maschi hanno un rischio più elevato rispetto alle femmine)
  • La presenza di malattia epatica grassa non alcolica
  • Età (le persone di età superiore ai 50 anni hanno un rischio più elevato)
  • Consumo di alcol
  • Epatite B o coinfezione da HIV
  • Terapia immunosoppressiva

Secondo il CDC, le persone che sviluppano cirrosi dall’HCV hanno una probabilità dell’1-5% di sviluppare il cancro al fegato. Hanno anche una probabilità annuale del 3-6% di sviluppare la decompensa epatica e l’insufficienza epatica.

La decomomomomomomtura epatica si verifica quando una persona con cirrosi inizia a mostrare sintomi della condizione perché il fegato ha problemi https://prodottioriginale.com/ a funzionare. Le persone che sviluppano la decompensa epatica hanno un rischio di morte del 15-20% l’anno successivo.

Il CDC riferisce che nel 2017 17.253 decessi negli Stati Uniti avevano elencato l’HCV come fattore che contribuisce. Più del 70% di questi decessi aveva anche una malattia epatica da moderata a grave elencata come causa.

Queste statistiche impongono l’idea che l’HCV da solo porterà raramente alla morte. Sono le complicazioni che si sviluppano nel corso di molti decenni di vita con il virus che tendono a portare alla morte. L’età media di questi decessi correlati all’HCV era di 59.

È anche importante notare che il CDC spiega che il numero di decessi può essere un po ‘basso a causa di condizioni erroneamente riportate sui certificati di morte.

Scopri di più sulle possibili complicazioni di HCV qui.

La prognosi per l’HCV dipende dalla velocità con cui un medico è in grado di diagnosticare e iniziare a trattarlo. La rilevazione precoce dalle proiezioni del sangue può aiutare.

Le persone con un rischio maggiore di contrarre l’HCV dovrebbero parlare con il proprio medico dello screening. Negli Stati Uniti, ciò include persone che usano droghe iniettate da ricreative, quelle nate tra il 1945 e il 1965 e gli operatori sanitari.

Se una persona ha già danni al fegato o cicatrici prima dell’inizio del trattamento, la prognosi è generalmente peggio in coloro che non hanno danni al fegato.

Le persone che muoiono di HCV di solito muoiono a causa di complicazioni, come danni al fegato o insufficienza epatica.

  • sangue/ematologia
  • Malattie infettive/batteri/virus
  • Malattia epatica/epatite

Contents

Il sistema immunitario cancella la maggior parte degli altri casi.

Esistono anche diversi genotipi o variazioni del virus. Questi ceppi del virus si sono evoluti nel corso di molti anni.

Una persona di solito scoprirà di avere HCV dopo un esame del sangue o perché i sintomi di danno al fegato hanno iniziato a comparire. I sintomi del danno epatico tendono ad apparire quando una persona ha avuto HCV cronico per molti anni.

L'HCV cronico ha bisogno di un trattamento per prevenire danni al fegato e altre complicazioni. Il danno epatico e le cicatrici possono avere un impatto sulla prognosi generale e sull'aspettativa di vita di una persona.

Continua a leggere per saperne di più sulla prognosi di diverse forme di HCV, nonché la probabile aspettativa di vita di una persona.

HCV acuto

Per alcune persone il cui sistema immunitario può cancellarlo, l'HCV acuto è un'infezione virale di breve durata. Le sezioni seguenti coprono i possibili sintomi e le prospettive dell'HCV acuto.

Sintomi

HCV acuto di solito non produce sintomi. Se si verificano sintomi nell'HCV acuto, tuttavia, possono includere:

  • Dolore addominale
  • Perdita di appetito
  • URINA DARK
  • Ittadrio, o ingiallimento della pelle e degli occhi
  • Movimenti intestinali color argilla
  • Nausea
  • vomito
  • Dolore articolare

Il trattamento

Le persone con HCV acuto potrebbero non richiedere alcun trattamento diretto. Tuttavia, circa il 75-85% delle persone con un'infezione da HCV acuta può eventualmente sviluppare un'infezione da HCV cronica.

Outlook

Se un medico è in grado di rilevare e diagnosticare l'infezione acuta HCV precoce , potranno monitorarlo. A meno che non si sviluppi in HCV cronico, c'è pochissimo rischio di morte per HCV acuto.

Detto questo, l'HCV acuto si svilupperà in HCV cronico se il corpo non cancella spontaneamente il virus entro 6 mesi dall'infezione.

HCV cronico senza danno epatico

Per le persone con HCV che ricevono una diagnosi prima che si verifichino danni al fegato o cicatrici, la prognosi tenderà ad essere migliore che per le persone che ricevono una diagnosi Dopo che si sono già verificati cicatrici o danni al fegato.

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) suggeriscono che le persone sottoposti a test per l'HCV, specialmente se sono nate tra il 1945 e il 1965, hanno usato farmaci iniettabili o hanno altri potenziali fattori di rischio.

Il rilevamento e la diagnosi precoce dell'infezione può consentire alla persona di trattarla prima che possano verificarsi danni al fegato o cicatrici.

Sintomi

La maggior parte delle persone con HCV cronico non mostrerà sintomi fino a decenni dopo l'infezione, a meno che non si sviluppino altre complicazioni.

Alcune potenziali complicanze dell'HCV cronico includono:

  • Danno epatico
  • Cirrosi o cicatrici permanenti del fegato
  • Cancro epatico
  • Insufficienza epatica

Il trattamento

varierà in base al genotipo del virus e alla presenza di qualsiasi altra condizione di salute che una persona ha. I trattamenti migliorano continuamente, consentendo a una persona di vivere una vita attiva e normale con HCV.

Dopo il trattamento, il medico di una persona spesso controllerà di nuovo per il carico virale, o la quantità di virus, in il loro sangue. Il trattamento di solito libera completamente il corpo del virus.

In altri casi, una persona potrebbe aver bisogno di cambiare i loro farmaci per trattare meglio il virus.

Negli Stati Uniti, trattamenti tipici per L'HCV includeva l'interferone, che è un'iniezione, e ribavirina, che è un farmaco orale. Tuttavia, i nuovi farmaci chiamati antivirali ad azione diretta (DAA) stanno iniziando a rendere il processo di trattamento più breve e più efficace.

Alcuni DAA possono colpire specifici genotipi di HCV. I trattamenti mirati possono aiutare a migliorare il risultato per alcune persone.

Outlook

La prognosi dell'HCV cronico è in genere molto buona e man mano che il trattamento continua a migliorare, migliorerà. La maggior parte delle persone con HCV cronico può vivere una vita normale, a condizione che i medici siano in grado di diagnosticare prima di eventuali danni al fegato o altre complicazioni. Il CDC, circa il 10-20% delle persone con HCV non trattato cronico, svilupperà alla fine la cirrosi. La cirrosi è una condizione in cui si verificano cicatrici sul fegato.

Sintomi

La cirrosi può causare sintomi come:

  • Confezione e sanguinamento facilmente
  • gonfiore alle gambe, alle caviglie o ai piedi
  • Confusione
  • Difficoltà a pensare
  • Perdita di memoria
  • Cambiamenti della personalità
  • Disturbi del sonno
  • ascite o gonfiore da un accumulo di fluido nell'addome
  • grave prurito
  • urina scura
  • Ittadrio

Trattamento

Il trattamento per cicatrici o danni viventi tende a coinvolgere sia il virus che il fegato. Per le persone con cirrosi in fase finale dovuta all'HCV cronico, la migliore opzione di trattamento è un trapianto di fegato.

Un trapianto di fegato può correggere sia il danno epatico che il cancro al fegato. Tuttavia, sono disponibili solo un piccolo numero di trapianti di fegato.

Outlook

La cirrosi può svilupparsi più velocemente in alcuni gruppi di persone. I seguenti fattori possono aumentare la velocità con cui la cirrosi avanza:

  • Sesso (i maschi hanno un rischio più elevato rispetto alle femmine)
  • La presenza di malattia epatica grassa non alcolica
  • Età (le persone di età superiore ai 50 anni hanno un rischio più elevato)
  • Consumo di alcol
  • Epatite B o coinfezione da HIV
  • Terapia immunosoppressiva

Secondo il CDC, le persone che sviluppano cirrosi dall'HCV hanno una probabilità dell'1-5% di sviluppare il cancro al fegato. Hanno anche una probabilità annuale del 3-6% di sviluppare la decompensa epatica e l'insufficienza epatica.

La decomomomomomomtura epatica si verifica quando una persona con cirrosi inizia a mostrare sintomi della condizione perché il fegato ha problemi https://prodottioriginale.com/ a funzionare. Le persone che sviluppano la decompensa epatica hanno un rischio di morte del 15-20% l'anno successivo.

Il CDC riferisce che nel 2017 17.253 decessi negli Stati Uniti avevano elencato l'HCV come fattore che contribuisce. Più del 70% di questi decessi aveva anche una malattia epatica da moderata a grave elencata come causa.

Queste statistiche impongono l'idea che l'HCV da solo porterà raramente alla morte. Sono le complicazioni che si sviluppano nel corso di molti decenni di vita con il virus che tendono a portare alla morte. L'età media di questi decessi correlati all'HCV era di 59.

È anche importante notare che il CDC spiega che il numero di decessi può essere un po 'basso a causa di condizioni erroneamente riportate sui certificati di morte.

Scopri di più sulle possibili complicazioni di HCV qui.

La prognosi per l'HCV dipende dalla velocità con cui un medico è in grado di diagnosticare e iniziare a trattarlo. La rilevazione precoce dalle proiezioni del sangue può aiutare.

Le persone con un rischio maggiore di contrarre l'HCV dovrebbero parlare con il proprio medico dello screening. Negli Stati Uniti, ciò include persone che usano droghe iniettate da ricreative, quelle nate tra il 1945 e il 1965 e gli operatori sanitari.

Se una persona ha già danni al fegato o cicatrici prima dell'inizio del trattamento, la prognosi è generalmente peggio in coloro che non hanno danni al fegato.

Le persone che muoiono di HCV di solito muoiono a causa di complicazioni, come danni al fegato o insufficienza epatica.

  • sangue/ematologia
  • Malattie infettive/batteri/virus
  • Malattia epatica/epatite

Contents

-->
Tienes un chat activo con . Haz clic aquí para ir al chat.
!
Top